HANNO RAPITO ORIETTA BERTI indagine su un sequestro ai tempi del covid

12,00

Siamo agli inizi del terzo millennio e preci­samente nell’anno 2100. Michele Adinolfi,napoletano della Pignasecca, già agente tele­fonista del Commissariato Prati in via Avez­zano
a Roma, compie cento anni e sta per ricevere dalle mani del sindaco la medaglia del centenario. Gli hanno chiesto di fare un piccolo discorso e raccontare quanto acca­duto
giusto un secolo prima, nel settembre del 2021, in piena epoca covid. Fu proprio lui, allora ventenne, a ricevere dal bar Van­ni di Via Monte Zebio la drammatica tele­fonata con
l’annuncio che Orietta Berti era stata rapita. Si proprio Orietta Berti, la Ca­pinera dell’Emilia, l’Usignolo di Cavriago, la star conosciuta in tutto il mondo con i suoi 16
milioni di dischi venduti e con alle spalle una carriera sessantennale, che nel­l’estate di quell’anno con la canzone “Mil­le”, eseguita con Fedez e Achille Lauro, era di nuovo,
prepotentemente, sulla cresta del­l’onda. Da questo singolare e surreale even­to si dipana un’indagine che scopre risvolti altrettanto surreali ma che hanno in qual­che modo a che fare con la realtà reale e mediatica che ogni giorno viviamo.

COD: 9788894821116 Categoria:

Descrizione